“Ama e cambia il mondo” la Lumsa porta in scena Romeo & Giulietta

Dopo un periodo di profondo silenzio dettato dalla situazione pandemica, le nuove disposizioni ministeriali hanno finalmente consentito un allentamento delle restrizioni permettendo nuovamente ai teatri di gremirsi di spettatori. In occasione del progetto Living in Lumsa, dalla collaborazione dell’Area orientamento dell’Ateneo con gli studenti sono nate una serie di attività formative finalizzate a ritrovare quella vitalità creativa e costruttiva persa durante tutto il periodo di emergenza. 

Tra le attività “il Musical di un amore impossibile ” 

Il 5 maggio scorso, gli studenti hanno portato in scena  in collaborazione con la regista Tiziana De Matteo e l’Associazione culturale “A regola d’arte” il musical “Romeo & Giulietta ama e cambia il mondo” di Gérard Presgurvic. Il progetto è partito a dicembre, quando sono state effettuate le prime audizioni. Riccardo Insinga e Ludovica Fiorenza in collaborazione con la regista hanno montato uno spettacolo sensazionale, in cui una faida millenaria tra due famiglie ha esaltato ancora di più la bellezza dell’arte. 

Intervista a Lady Capuleti 

Tutti gli studenti che hanno partecipato al musical hanno mostrato strabilianti doti interpretative, hanno saputo cogliere l’essenza e le caratteristiche più salienti dei personaggi che hanno impersonificato, decantando uno dei drammi più famosi e conosciuti di sempre. La Redazione di Aiko ha intervistato Maria Giuditta, una studentessa iscritta al terzo anno di giurisprudenza percorso internazionale, che ha interpretato il ruolo di Lady Capuleti. 

Cosa ti ha fatto apprezzare maggiormente questa esperienza?

Ritengo sia stata una esperienza meravigliosa , mi sono divertita molto. È stata un’opportunità per evadere dal solito studio routinario , un’occasione per dedicarmi anche ad una passione che mi ha sempre affascinato e ha fatto sempre parte di me. Le canzoni che ho interpretato erano tutte incantevoli in particolar modo “il giorno del si” mi sono rivista molto in quella canzone, proprio perché parla del rapporto tra la madre e Giulietta, un’interpretazione dolce malinconica che porto nel cuore

Cosa pensi del progetto proposto dalla Lumsa? 

credo sia un grandissimo progetto, un’esperienza che mi ha permesso di conoscere studenti provenienti da tante altre facoltà, un modo per condividere modi diversi di pensare con studenti che non avrei mai ponderato di conoscere. credevo di non riuscire a conciliare lo studio con il Musical invece l’organizzazione dell’evento è stata curata a misura di studente, permettendoci di partecipare alle prove e fare lo spettacolo in tempo per l’inizio della sessione.  Spero che il progetto venga proposto anche l’anno prossimo in modo che anche altri studenti come me possano cimentarsi in un’esperienza simile alla mia 

Giorgia Rita Pergolizzi

Sono una studentessa di psicologia forense, sono molto curiosa mi piace scoprire l'ignoto e andare oltre le apparenze che spesso ingannano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.