Cinema in lutto, morto l’attore Libero De Rienzo

L’attore Libero De Rienzo, 44 anni, è morto la scorsa settimana, stroncato da un infarto; è morto da solo in casa sua, la famiglia era in vacanza a Napoli. I Carabinieri sono intervenuti in seguito alla denuncia di un suo amico preoccupato per le mancate risposte alle sue ripetute chiamate.

Era nato a Napoli ma da anni viveva a Roma con la moglie, costumista dello spettacolo, e due figli piccoli.  Dopo i funerali è stato sepolto in Irpinia accanto alla madre.

Nel 2002 il David di Donatello

L’attore aveva vinto il David di Donatello nel 2002, con il film di Marco Ponti, “Santa Maradona”. Nel 2006, in “Fortpàsc”, di Marco Risi, aveva interpretato il giornalista napoletano Giancarlo Siani, ucciso dalla camorra, ricevendo molti apprezzamenti dalla critica. Tra i suoi lavori successivi, ‘Smetto quando voglio’ (2014) e ‘A Tor Bella Monaca non piove mai’ (2019), che gli hanno portato il gradimento del grande pubblico.

In particolare ‘Smetto quando voglio”, una commedia esilarante, che narra le vicissitudini di un gruppo di sgangherati ma brillanti ricercatori universitari, lo ha portato alla candidatura del Nastro d’argento e del David di Donatello come migliore attore non protagonista. In questa commedia, ironica e spassosa aveva partecipato al fianco di un cast speciale: Edoardo Leo, Stefano Fresi, Pietro Sermonti, Paolo Calabresi, Valeria Solarino e Neri Marcorè per citarne alcuni.

Il cordoglio sui social

Sui social tutti hanno voluto esprimere un pensiero per Libero; Edoardo Leo, ha voluto pubblicare due foto con una espressione di amaro rimpianto: “Ora mi viene in mente solo quanto mi hai fatto ridere e divertire. Nient’altro. É l’unica cosa a cui penso. Riposa in pace Picchio. É stato bello fare un lungo pezzo di strada con te”.

Ministro Franceschini, “perdiamo giovane talento”

Il Ministro Dario Franceschini, “Perdiamo un giovane talento”, si è associato nei messaggi di cordoglio, ad altri personaggi, tra cui il Sindaco di Procida, “Siamo senza parole”, che ha voluto ricordare quanto Libero si fosse speso affinchè Procida diventasse nel 2022 la Capitale della cultura.

Addio ad un attore dal viso simpatico

Ci lascia un attore dal viso simpatico, con gli occhi vispi da bambino: chissà cosa lo inquietava e non gli permetteva di accontentarsi nella sua vita. Speriamo solo che le ipotesi al vaglio degli inquirenti e del medico legale lascino in pace e intatta la sua immagine. Noi preferiamo ricordarlo come il Bartolomeo di “Smetto quando voglio”, un divertente e goffo economista, brillante e bislacco, che cerca di applicare al gioco delle carte le sue abilità nel calcolo matematico. Buon viaggio Libero, cerca la tua pace.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.