UEFA Euro 2020: al via l’11 giugno

Che quella di quest’anno non sarà un’edizione degli europei di calcio come tutte le altre,  si intuisce già dal nome: UEFA Euro 2020, ma nel 2021. Ebbene sì, la prima curiosità legata all’evento sportivo più atteso dell’estate è proprio nell’anno. I problemi legati alla diffusione della pandemia da Covid-19, infatti, hanno spostato in avanti di 12 mesi l’inizio della competizione. Per la prima volta nella storia si giocherà in un anno dispari, ma si è comunque deciso di lasciare la ‘vecchia’ denominazione “UEFA Euro 2020”.

24 squadre, 11 città ospitanti 

Un’altra unicità: Euro 2020 sarà il primo Campionato Europeo itinerante di calcio, pensato per celebrare i 60 anni della manifestazione. Come detto, tra le città c’è anche Roma, che avrà l’onore di ospitare l’11 giugno 2021 la gara inaugurale, con in campo la nostra Nazionale.

Il supporto del tifo per un cammino da protagonisti 

La notizia più attesa e di forte interesse per tutti, giocatori compresi, è il ritorno sugli spalti del pubblico, anche se solo per il 25% della capienza complessiva dello stadio. Il coinvolgimento della tifoseria, assente per tutta quest’annata da qualsiasi competizione sportiva, giocherà un fattore determinante in vista di quello che tutti noi auspichiamo possa essere un cammino glorioso della squadra allenata da Roberto Mancini. Quest’ultimo, in un’intervista recente, ha dichiarato: “Mi sarebbe dispiaciuto se Roma non avesse potuto ospitare l’inaugurazione dell’Europeo. Mi auguro che un evento così importante e seguito possa rappresentare una rinascita non solo per il calcio, ma per tutta l’Italia”. 

Il primo, degli europei recenti, senza Gigi Buffon

Per rimanere in casa, è doveroso rimarcare che quella di quest’anno sarà la prima volta che la Nazionale di calcio, dopo 19 anni, arriverà ad una competizione internazionale senza Gianluigi Buffon. Il portierone italiano, dopo il recente addio alla Juventus, non ha però sciolto ogni dubbio su un suo possibile ritorno in futuro presso la “Casa degli Azzurri”, la cui sede, a Coverciano, ospita il Museo che raccoglie la storia della Nazionale italiana di calcio e della Figc, esponendo glorie e trofei tra cui noi tutti auguriamo, presto, possa rientrare anche “UEFA Euro 2020”.

Valerio Ippoliti

Laureando in Marketing & digital communication, appassionato di giornalismo sportivo. Ama la musica e l'arte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.