Virgil Abloh, addio al re dell’urban fashion

Il celebre designer Virgil Abloh, direttore creativo delle maison Louis Vuitton e Off-White, è morto lo scorso 28 Novembre a Chicago. Virgil è stato stroncato all’età di 41 anni da un aggressivo angiosarcoma cardiaco, con il quale combatteva dal 2019 e che aveva deciso di tenere lontano dai riflettori, per poter continuare a lavorare e condurre una vita il più normale possibile. 

Dall’architettura al genio creativo

Classe 1980, Abloh consegue una laurea in ingegneria civile ed un master in architettura, che successivamente gli torneranno utili per le sue creazioni eclettiche. Si fa poi strada nel mondo del fashion grazie ad uno stage presso la casa di moda italiana Fendi, dove viene notato presto per il suo talento. Tra le sue passioni c’è anche la musica, infatti viene scelto per dirigere gli album di due re della scena rap americana, Jay-Z e Kanye West, di cui era molto amico. A Milano poi, nel 2012, la svolta creativa. Abloh decide di fondare la sua casa di moda, Off-White, di ispirazione urban e streetwear, dove poter dar sfogo incondizionatamente a tutta la sua creatività.

Il saluto del mondo della moda

Il talentuoso designer era molto apprezzato, non solo per le sue indiscutibili capacità artistiche, ma anche per la sua personalità. Sono numerosi i protagonisti del mondo della moda che hanno deciso di dare un ultimo saluto a Virgil sui social. Le italiane Chiara Ferragni e Donatella Versace hanno dedicato allo stilista delle storie o dei post raccontando quanto fosse speciale per loro. Anche la supermodella Bella Hadid, che era molto legata ad Abloh, gli ha dedicato alcuni post su Instagram dove scrive che “faceva sentire speciale ogni persona che incontrava, in ogni modo possibile” e che “anche quando il mondo era triste, lui portava gioia, colore e bellezza“.

Martedì a Miami la maison di moda Louis Vuitton ha presentato, come da programma, la collezione primavera/estate 2022 ideata da Abloh, scomparso solamente due giorni prima. All’evento dal tema “Virgil was here” hanno partecipato amici e colleghi dello stilista. L’aria che si respirava durante la sfilata però era diversa. Non si è trattato del solito evento mondano, ma piuttosto di un vero e proprio tributo alla straordinaria carriera e vita del direttore creativo.

Virgil Abloh lascia prematuramente la moglie Shannon e i suoi due bambini Lowe e Grey. Una cosa è certa, quella che Abloh e le sue creazioni lasceranno il segno nel mondo della moda e nelle generazioni future e che il suo talento virtuoso non verrà mai dimenticato.

Chiara Cassarà

Classe '98, laureata in lingue e attualmente studentessa di relazioni internazionali. Mi piace scrivere, girare il mondo e imparare lingue straniere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.