Aiko: la principessa che non può diventare imperatrice

Venti anni fa nasceva Aiko, la figlia dell’imperatore Naruhito e di sua moglie Masako. Aiko, che ha raggiunto la maggiore età lo scorso primo dicembre, detiene il titolo di principessa del Giappone, eppure non potrà mai essere imperatrice. Infatti le leggi di successione in Giappone non permettono l’ascesa al trono alle donne.

Il problema della successione

Le ultime leggi per la legittimità al trono della casa imperiale risalgono al 1947 e prevedono il sistema di primogenitura agnatizia anzichè assoluta, ovvero il principio per il quale il successore di un monarca è il suo figlio primogenito e tutta la sua discendenza, estinta la quale la successione spetta al secondogenito e alla sua discendenza e così via, con esclusione di tutte le femmine.

Al momento però ci sono solamente due possibili futuri imperatori, ovvero il principe Akishino, lo zio della principessa Aiko, e suo figlio quindicenne Hisahito. Se quest’ultimo però non dovesse avere eredi maschi la monarchia più antica del mondo rischierebbe l’estinzione.

Le proposte di legge

Nel 2005, proprio pochi anni dopo la nascita della principessa, una commissione di esperti nominata dal governo ha presentato una relazione con la proposta di modificare la legge di successione imperiale per consentire la primogenitura assoluta. Questa relazione però è stata archiviata solo un anno dopo, quando il fratello dell’imperatore e sua moglie hanno annunciato di essere in attesa del terzo figlio, Hisahito. In seguito alla sua nascita il primo ministro Shinzō Abe ha annunciato la caduta della proposta di modificare la legge della Casa Imperiale. La vicenda che è stata raccontata anche da La Repubblica qualche giorno fa, nega ogni possibilità alla principessa Aiko di regnare, nonostante una grandissima parte di popolazione giapponese sia favorevole ad averla sul trono.

Un vento di modernità

Già dopo la nascita della principessa Aiko, che dà il nome al nostro blog, in Giappone qualcosa si è mosso per far sì che le donne possano finalmente ereditare il trono, anche se lentamente. Ora con il compimento della maggiore età della ragazza, che significa l’inizio delle apparizioni pubbliche, speriamo che la casa imperiale decida di rivedere seriamente le leggi di successione. Non si tratta solo del rischio di estinzione di eredi della famiglia reale, il problema più grave resta l’utilizzo di principi per niente in linea con la modernità e che vedono la parità dei sessi in questo campo molto lontana.

La linea di successione giapponese

1 Sua maestà imperiale Hirohito (1901-1989)

2 Sua maestà imperiale Akihito (1933), primo figlio maschio dell’imperatore Hirohito, ha abdicato nel 2019

3 Sua maestà imperiale Naruhito (1960) attuale imperatore e primo figlio maschio dell’imperatore emerito Akihito

4 Sua altezza imperiale il principe Akishino (1965) secondo figlio maschio dell’imperatore emerito Akihito

5 Sua altezza imperiale il principe Hisahito (2006) figlio di Akishino

6 Infine sua altezza imperiale il principe Hitachi (1935) secondo figlio maschio dell’imperatore Hirohito e zio dell’imperatore attuale

Chiara Collinoli

Studio comunicazione e giornalismo, mi racconto attraverso la scrittura e la fotografia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.