I voli fantasma e gli slot

il trasporto aereo ha risentito della pandemia Covid-19. il cosiddetto fenomeno dei “voli fantasma” è sempre più diffuso. In Europa continuano a volare compagnie con aerei vuoti o con pochissimi passeggeri. Questo fenomeno insostenibile ha notevoli ripercussioni sull’ambiente, poiché gli aerei causano l’emissione di gas nocivi. Questi compromettono l’atmosfera e contribuiscono alla diffusione dell’inquinamento, ma vengono effettuati lo stesso. Motivo: non perdere gli slot aerei assegnati dagli aeroporti.

Gli slot

Rappresentano dei permessi di atterraggio, decollo e rullaggio negli aeroporti europei. Sono prestabiliti specifici orari e date per l’organizzazione. inizialmente la regola europea prevedeva che fosse garantito minimo l’80% dei voli per ogni compagnia. Dopo il Covid-19 la soglia si è abbassata al 50% per venire incontro alle compagnie aeree, per le restrizioni dovute al contenimento del contagio. L’Unione europea ha portato avanti la regola: “use it or lose”, ovvero gli slot devono essere utilizzati da parte delle compagnie, pena la loro perdita. In caso di slot non sufficientemente utilizzati dai vettori aerei, si procede alla riassegnazione ad altre compagnie aeree. Oggi molte compagnie, per poter godere di questi diritti, devono continuare ad effettuare almeno la metà dei voli programmati. La conseguenza è di far volare aerei con pochi passeggeri data la bassa domanda da parte dei clienti.

Le critiche

molti ambientalisti si sono scagliati contro questa situazione perché le emissioni provocate dai voli sono altamente inquinati e recano un grave danno all’ambiente. Il tutto è in contrasto con gli obiettivi europei portati avanti dalla presidente della commissione europea, Ursula Von Der Leyen. Lei, insieme agli altri stati membri, ha deciso di ridurre le emissioni di gas serra del 50% entro il 2030 per attuare una “Green economy”.

I voli

molte compagnie aeree, tra cui Lufthansa e Brussels Airlines, ricorrono spesso a questi voli fanstama per garantirsi i diritti di decollo e atterraggio. Lo scopo è raggiungere la soglia minima di utilizzo di slot aeroportuali. Queste affermazioni hanno fatto infuriare l’ambientalista-attivista Greta Thumberg, che non ha risparmiato critiche. I voli con pochissimi passeggeri da molte compagnie vengono cancellati, ma non si possono cancellati tutti. Questo significherebbe andare sotto il limite minimo per avere la garanzia degli slot. Oggi ancora non siamo tornati ad una normalità, anzi ci troviamo di fronte ad una nuova crisi dovuta al proliferare delle nuove varianti, specie la variante Omicron, tanto contagiosa da far ridurre ancora di più i viaggi, sopratutto all’estero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.