Il Vocabolario del COVID-19: dalla A alla Z

È possibile sintetizzare con le parole questo periodo? Stiamo vivendo un’epoca che farà la storia, in cui i lemmi assumono altre connotazioni, altre sfaccettature. Affetto Stabile, Balcone, Congiunti, Casa, Videochiamata… ci sono molte parole, forse anche troppe, che descrivono questa pandemia, e se riunite riescono a regalarci un quadro d’insieme preciso.

È per questo che abbiamo realizzato un Vocabolario del COVID-19, in cui abbiamo raccolto i termini più usati e/o più simbolici. Una sorta di “lessico famigliare” italiano, se vogliamo accostarlo al libro di Natalia Ginzburg, che ci aiuterà a fissare nella memoria questa era.

Dalla A alla IVocabolario del COVID-19

Asintomatico – Una persona che ha contratto il COVID-19 ma non presenta sintomi. Sono molto frequenti e molti non sanno neanche di esserlo. Questo è uno dei problemi principali che ancora bisogna risolvere per contrastare la diffusione del virus.

Balcone – Durante le prime settimane della quarantena, alle ore 18:00 gli italiani si ritrovavano sui balconi delle proprie case; il balcone è diventato simbolo della patria, luogo ideale (forse unico) per un Flash Mob musicale.

Congiunti – Chi sarebbero i congiunti? È questa la domanda che è sorta quando è stata presentato il nuovo Decreto per la Fase 2. Una parola desueta che alla fine ha raccolto in sé, non solo parenti, ma anche gli affetti stabili.

Droplet – È il termine inglese per le goccioline di salive che emaniamo quando parliamo. Le goccioline viaggiano nell’aria, ci restano per parecchio, e possono diffondere il virus. Resteremo ancora per molto tempo a debita distanza gli uni dagli altri, proprio per evitare possibili contagi.

E-learning – La scuola e le Università si sono date da fare. È avvenuta una sorta di rivoluzione digitale: tutte le lezioni sono diventate telematiche.

Fase 2 – È iniziata il 4 maggio e siamo tutt’ora in piena Fase 2. La Fase 2 significa ripartire gradualmente, tornare ad avere un po’ di normalità.

Geolocalizzazione – Si è parlato di App Geolocalizzanti ed è una tematica molto discussa. La geolocalizzazione aiuterebbe a ripercorrere gli spostamenti dei contagiati per evitare un’ulteriore diffusione del virus.

Hobby – In questa quarantena molte persone hanno riscoperto degli Hobby: dalla musica alla lettura, dal bricolage ai giochi di società.

#IoRestoACasa – è l’hashtag più utilizzato insieme ad #Andràtuttobene. È stato adottato per sensibilizzare la popolazione italiana. Restando a casa abbiamo diminuito il numero di contagiati.

Dalla L alla ZVocabolario del COVID-19

Lock-down – È un forestierismo che descrivere la chiusura di determinate aree, città, regioni e nazioni. Il lock-down, iniziato il 4 Marzo in Italia, è finito con l’inizio della Fase 2. Non è detto, però, che non possa ripresentarsi di nuovo questa fase. Dipenderà dalla curva dei contagi.

Mascherina – Insieme ai guanti e alla Soluzione Disinfettante Concentrata (se preferite Amuchina) forma il Kit di sopravvivenza al COVID-19. Bisognerà indossare la mascherina ancora per molto tempo, con la speranza che ci protegga da possibili contagi.

Numeri – Ogni giorno ci siamo abituati a sentire il bollettino della Protezione Civile con i numeri dei contagiati e delle vittime del Coronavirus.

Ospedale – Non c’è molto da dire su questa parola, si spiega benissimo da sola. Ospedale è il luogo in cui dottori/e e infermieri/e hanno dato l’anima per salvare più vite umane possibili.

Positivo – Essere positivo non è una bella cosa al giorno d’oggi. Se prima positivo descriveva una persona ottimista, ora descrive chi ha contratto il Coronavirus.

Quarantena – È il periodo di isolamento che abbiamo vissuto in casa. Due mesi che per alcuni sono sembrati un’eternità, ma la quarantena obbligatoria è stata fondamentale per rallentare il contagio del virus.

Remoto – Abbiamo iniziato a svolgere quasi tutte le attività da remoto, anche il lavoro. Se vogliamo utilizzare una parola più internazionale, forse Smart Working è quella che fa al caso nostro.

Sars-Cov-2 – L’abbreviazione di Severe Acute Respiratory Syndrome – Coronavirus – 2, ovvero il virus che stiamo affrontando in questo momento.

Tampone – Come si fa a capire se si è positivi? Col tampone! Anche questi però scarseggiano… e i contrasti insorgono: fare tamponi a tutti oppure solo a quelli che presentano sintomi affini al COVID-19?

Untore – La definizione più semplice e chiara è quella che ha dato Caparezza in Dagli all’Untore: «Io sono l’untore e quando si fa buio spunto come un fungo, ungo dove giungo».

Vaccino – Per fermare definitivamente la pandemia bisogna sviluppare un vaccino. Ci sono numerose ricerche in corso e ipoteticamente si dovrebbe riuscire ad avere un vaccino entro un anno e mezzo.

Zona Rossa – Sono le zone più colpite dal virus con alto rischio di trasmissione. Zone chiuse, in cui non si può né entrare né uscire. In Italia le prime zone rosse sono state dichiarate in Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna.

Lorenzo Maria Lucenti

Classe '92, laureato in Scienze della comunicazione, informazione e marketing, Giornalista pubblicista, si sta specializzando in Marketing. Ha molte passioni: dai videogiochi all'eSport, dai fumetti all'UX Design.

3 pensieri riguardo “Il Vocabolario del COVID-19: dalla A alla Z

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *