Il Body Shaming : la denigrazione a portata di mano

 “Guardatela, sembra una balena!” , “con il viso che ti ritrovi , non dovresti uscire di casa!”, “sembri uno scheletro dovresti proprio mangiare!” , “quanta cellulite che hai!”. Sono commenti ed espressioni molto frequenti sui social , basta leggerne uno qualsiasi per ritrovarsi immersi in commenti prettamente denigratori , fuorvianti e totalmente privi di tatto.

Una definizione di Body Shaming:

L’espressione Body Shaming deriva dalla lingua inglese.  È  un termine composto dal sostantivo  body (‘corpo’) e dal verbo to shame  (far vergognare qualcuno).  Il fenomeno consiste nell’utilizzare parole offensive contro le persone sui social  , sul loro corpo o in merito ad alcune delle loro caratteristiche fisiche, per umiliarle pubblicamente.

I social come strumento di denigrazione del prossimo

Social media come Facebook e Instagram sono in grado di raccontare la storia di un’intera vita, ma rappresentano anche un piccolo palcoscenico in cui conformarsi e piacere agli altri diventa quasi una necessità. Costantemente bombardati da immagini esteticamente perfette e prive di qualsiasi difetto, diventiamo noi stessi artefici della nostra insicurezza . Denigrare il prossimo per il suo aspetto fisico diventa quasi una sfida come è accaduto qualche settimana fa su TikTok , uno dei social più utilizzato da adolescenti e ragazzi, in cui è  stata  lanciata una sfida che prevedeva l’adescamento di ragazze in sovrappeso in discoteca per poi riprenderle di nascosto mentre venivano  denigrate per il loro peso. Più il loro peso era importante , più gli assurdi autori guadagnavano punti attraverso i vari commenti sotto al video riposato. Il web ha definito “vergognosa” questa sfida , ma non prima di assecondare insulti e denigrazioni.

Le conseguenze sui più insicuri

Spesso dimentichiamo quanto le parole possano essere responsabili di ferite profonde  e siano capaci di scavare all’interno delle anime più fragili. In un mondo in cui l’apparenza conta più di tantissime cose, dove vi è una costante richiesta di approvazione sociale. Chi è vittima di Body Shaming potrebbe sviluppare disturbi dell’umore o disturbi d’ansia legati al proprio aspetto fisico , senza contare quanto il piacere agli altri possa abbassare di gran lunga l’autostima dei più insicuri. Il Body Shaming rappresenta però solo una faccia della medaglia, in quanto dall’altra parte troviamo tantissime persone che cercano di lottare contro pregiudizi e stereotipizzazioni di qualsiasi genere, dimostrando che anche le “imperfezioni” e i “difetti” ci rendono unici a modo nostro. 

Giorgia Rita Pergolizzi

Sono una studentessa di psicologia forense, sono molto curiosa mi piace scoprire l'ignoto e andare oltre le apparenze che spesso ingannano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.